Tag Archives: serie

Casella Comics 01: a sto giro Devil domina!

27 Feb

Devil – Speciale Rinato  Edito da Panini Comics, questo speciale di Devil ha il compito di introdurre la serie regolare che questo mese ha debuttato in fumetteria. Al suo interno racchiude una saga completa che dovrebbe avere il compito di collegare gli eventi post Shadowland con quelli della nuova serie regolare. Dopo gli ultimi eventi raccontati su Devil & Hulk (ora solo più Hulk) Matt Murdock ha deciso di abbandonare New York, abbandonare il suo compito di supereroe e inizia un viaggio senza meta in cerca della redenzione. Ma Ben e Foggy sperano ancora in un suo ritorno. Ritorno che effettivamente avverrà dopo aver smascherato una banda di poliziotti corrotti e coinvolti in traffico illegale di armi sequestrate. Questa lettura mi ha lasciato un po’ interdetto. In realtà non ne sentivo la necessità. Speravo ci fosse qualcosa di più profondo della solita storia “supereroe abbandona la maschera, poi aiuta una persona in difficoltà e gli ritorna la voglia di combattere il crimine”. A sto giro è andata così. Amen.  ***

Devil e i Cavalieri Marvel 1  Rimanendo sempre in tema Devil, questo mese ho anche acquistato il primo numero della nuova testata Marvel dedicata al Diavolo Rosso, al Punitore e a Ghost Rider. Per prima cosa, di questa serie mi intrigano i personaggi. Li considero tutti degli antieroi, con un passato difficile alle spalle e un futuro che grida vendetta. A Devil sono dedicate due storie, entrambe sull’onda dello speciale di cui sopra, che mostrano in che modo Matt Murdock ha ripreso la sua vita a New York, in parte avvocato con Foggy, e in parte Devil. La storia del Punitore mi ha lasciato sostanzialmente indifferente. Una storia di crimine, molto cupa, con il volto del protagonista perennemente nell’ombra, tanto da non avere certezze che sia ancora Frank Castle. Un po’ troppo criptico e senza un vero perché (spero siano solo gli effetti del primo numero). Ghost Rider è stato il più sconvolgente. Johnny Blaze è ormai un uomo completamente disinteressato verso gli altri e il mondo esterno, e il suo unico obiettivo è quello di cercare un modo per liberarsi della sua controparte demoniaca. Adam, un sinistro individuo, lo convince di poterlo liberare. Un po’ a sorpresa Johnny accetta e riesce a liberarsi di Ghost Rider, ma le conseguenze le vedremo solo nel prossimo volume. Sono rimasto soddisfatto da questa nuova serie Marvel. Come primo numero mette una soddisfacente quantità di carne al fuoco, e spero che con i prossimi volumi le storie dei tre antieroi decollino nel migliore dei modi. ****

Spider-Man Universe 1: Venom La mia delusione del mese, anche se il personaggio di Venom mi ha sempre attratto. Io non sono un fan di Spider-Man, e forse proprio per questo, ho sempre considerato la sua nemesi come la sua parte figa, la sua parte grossa, folle, violenta e spietata che controbilancia in pieno il Peter Parker fin troppo buonista e corretto. Ma questo fumetto mi ha deluso. Il nuovo Venom che va in giro per il mondo stile soldato a cacciare cattivi e terroristi con la licenza di uccidere, non mi ha preso. Probabilmente perché hanno personificato il personaggio. Io mi aspettavo il simbionte nella sua forma mostruosa e assetata di sangue, non come tutina di Flash Thompson. Inoltre questi continuo dialoghi interiori durante i combattimenti li ho trovati davvero pesanti e poco interessanti. Prenderò il secondo numero nella speranza che migliori. **

RECUPERI

Spider-Man 570 e 571. Non sono un lettore abbonato al bisettimanale di Spider-Man, ma sono un lettore dei Fantastici Quattro dal numero 312. La morte della Torcia Umana ha portato grande scompiglio al Baxter Building, e il nostro tessiragnatele di quartiere ha deciso di accettare l’invito fattogli dallo stesso Johnny Storm di prendere il suo posto nel quartetto di supereroi, ora riconvertito in Fondazione Futuro. In questi due numeri usciti qualche mese fa, vengono raccontati gli eventi che hanno portato Peter Parker a decide di entrate nella nuova fondazione. Questa è una lettura che per me non può mancare per chiunque legga le avventure della Fondazione Futuro. Nella testata dedicata infatti, solo poche pagine vengono dedicate all’entrata dell’Uomo Ragno nel team di Mr. Fantastic e questi due numeri di approfondimento sono essenziali per scoprire l’inizio di questa collaborazione. Requiem per la Torcia è una storia davvero fantastica. Una delle migliori di questo periodo. Mischia stili di disegno differenti e atmosfere melanconiche che trasmettono perfettamente quel senso di vuoto e di incertezza provato dai personaggi.  Una vera chicca. Anche la prima avventura della nuova Fondazione Futuro non è male, con Spider-Man che si integra bene con i nuovi compagni, gettando le basi per una collaborazione di lungo termine. ****

Annunci
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: